Le dipendenze sono molte e molto frequenti, tra le principali annoveriamo :

  • dipendenza da gioco ( ludopatie )
  • porno dipendenza
  • dipendenza dalla Rete
  • information overloading addiction ( ovvero quando le informazioni non bastano mai )
  • shopping compulsivo
  • on-line gambling ( ovvero le scommesse in rete )
  • trading on-line compulsivo ( ovvero compulsione all' investimento in rete )
  • chat dipendenza
  • dipendenza da cybersesso

Le dipendenze esistono da sempre, ma da qualche decennio a questa parte ci troviamo di fronte ad una nuova tipologia di disturbi, e cioè quelli legati ad Internet e alla realtà virtuale. Tale tipo di dipendenza si chiama Internet Addiction Disorder (IAD), e nel tempo si sono strutturate varie tipologie di disturbi

L’utilizzo del web è sempre più diffuso sia tra i giovani che tra le persone adulte, ma si parla di dipendenza in certe particolari condizioni.

Una persona si può considerare dipendente da Internet quando:

  • resta davanti al pc per tempi molto lunghi senza averne cognizione
  • se  viene distolto dalla sua attività on line manifesta nervosismo e insofferenza; arriva ad essere aggressivo verso colui che interrompe la sua occupazione nel web
  • passa su internet più tempo di quanto era stato preventivato; i tentativi personali di controllarne l’utilizzo falliscono.
  • quando è connesso alla Rete presenta uno stato euforia ed eccitazione
  • per raggiungere lo stato di eccitazione desiderata deve aumentare sempre di più il tempo di esposizione on line
  • nega di trascorrere troppo tempo al computer e vorrebbe passarne sempre di più
  • coglie ogni occasione per connettersi, anche in circostanze in cui tale comportamento non è adeguato alla situazione; spesso lo fa di nascosto o inventa scuse
  • quando non riesce a raggiungere il suo obiettivo (il web), si mostra stanco, irritabile, intollerante; l’adolescente può arrivare a minacciare i genitori di commettere gesti impulsivi e pericolosi
  • l’astinenza da internet può provocare ansia, agitazione psicomotoria; il soggetto può diventare preda di fantasie, sogni, pensieri ossessivi che si riferiscono alla Rete
  • si trascurano doveri e piaceri non legati alla Rete: l’adolescente rifiuta scuola, impegni sportivi, uscite con gli amici, non cura l’igiene personale
  • si abbandonano forme di intrattenimento come la tv, la lettura, la musica, il gioco
  • i contatti sociali diventano limitati e poco significativi

Le forme di dipendenza sono di vario tipo, e l’approccio strategico al problema prevede una differenziazione dei protocolli di intervento che vengono applicati ad adolescenti e adulti, e seconda del tipo di dipendenza, sia da Internet che di altro genere.

La famiglia è quasi sempre un elemento importante in questa tipologia di problematiche, soprattutto quando il soggetto dipendente è un adolescente. È da rilevare infatti che le persone affette da questo disturbo tendono a negarlo o a sminuirne la gravità. In particolare questo avviene tra i giovani, che in genere non danno peso alle preoccupazioni dei genitori e difficilmente accettano di rivolgersi ad un terapeuta; in questo caso la terapia può coinvolgere solo i familiari.


Chiamaci

Scrivici

WhatsApp